Bercia nei social con noi!

Sono in arrivo 209 miliardi dall’Unione Europea e già si sente in lontananza un rumore inquietante di mascelle in movimento.

La lista italiana dei progetti da finanziare con questi soldi del piano NexGeneration Eu è lunga e articolata. L’impressione che se ne ricava, ad una attenta lettura, è quella che molti di questi denari andranno ad aiutare la generazione che attualmente è al potere e le loro rispettive famiglie, e non le prossime generazioni che soffriranno per gli effetti devastanti della pandemia. Tanto per fare un esempio (tra i tanti ) ben tredici milioni saranno destinati per l’installazione di impianti di domotica di controllo del Ministero degli esteri, la sede di lavoro del ministro Luigi Di Maio, il tutto per rendere più efficiente e intelligente il lavoro all'interno della Farnesina. Sei anni di lavoro previsti, sicuramente in corso d’opera i costi lieviteranno, di questo statene certi. Che cosa c'incastrano questi lavori con il progetto e il fine ultimo del NexGeneration Eu è difficile e se vogliamo anche imbarazzante da spiegare, ma l'Italia è da sempre il paese dei magheggi politici e finanziari. La lista della spesa è lunga, però non c’è una strategia per dare opportunità di lavoro e crescita per le nuove generazioni, il piano NexGeneration Eu in Italia verrà usato come bancomat per pagare progetti che in altri situazioni di normalità non avrebbero raccattato il becco di un quattrino. Altro esempio (sempre tra i tanti ): un miliardo verrà speso per la messa in sicurezza degli edifici di culto, visto che il Vaticano la montagna di soldi che possiede non li usa per finanziare questi progetti ma li investe in palazzi londinesi e in giacimenti di petrolio in Angola. L’assalto predatorio alla diligenza dei quattrini europei sta per essere messa in atto, sarà l’ennesima occasione persa per dare un futuro ai giovani. In compenso le mascelle dei soliti noti, degli amici degli amici, sono già in moto, non resta che essere gentili e augurare loro un cordiale buon appetito